Premi enter per cercare or ESC to uscire

Una scuola orientata al cambiamento

Un progetto che mette al centro il cambiamento poggia sulle azioni, sul fare, sul protagonismo attivo. Questo, però, comporta un modello educativo, una scelta forte rispetto alle giovani generazioni che si devono porre davanti ai problemi in modo proattivo e risolutivo, sviluppando un forte senso critico e cercando di trovare modalità di relazione umane “vere” dove ogni essere umano sia riconosciuto in quanto tale e non attraverso una definizione sovrastrutturale (povero, immigrato, straniero…).
Gli SDGs sono diventati, proprio per questo motivo, uno strumento vivo e prolifico per affrontare il tema delle migrazioni”.

La rivista Tuttoscuola, rivolta a docenti e dirigenti, nel dossier di febbraio curato da Piera Gioda di CISV-FOCSIV, ha dedicato uno spazio al progetto Start the Change, come esperienza che rientra all’interno di “La scuola della sostenibilità”, una scuola dal cuore verde, amica dell’ambiente, che aiuta a capire la fragilità e la complessità dell’ambiente naturale e sociale, che educa all’amore per la nostra casa comune e insegna a prendersene cura.

Lo spazio in questo dossier, che fa parte del progetto editoriale “La scuola che sogniamo” è il risultato di anni di lavoro condiviso con l’Università LUMSA che ci hanno consentito di approfondire, formare docenti e sperimentare l’approccio pedagogico del Service Learning nella promozione dell’Educazione alla Cittadinanza Globale.

Scarica qui la rivista con l'articolo su Start the Change a pag. 36 


Dona ora
Dona ora