Premi enter per cercare or ESC to uscire

Sound-moto e radio per raggiungere i villaggi di Haiti

Ad Haiti si fa squadra per prevenire il diffondersi del contagio. Sound-moto e radio raggiungono anche gli abitanti più isolati dell'isola caraibica. 

In Artibonite, grazie alle competenze in comunicazione del nostro partner locale Groupe Medialternatif, è appena stata lanciata una campagna di sensibilizzazione di massa per informare sulle misure da adottare al fine di contrastare la diffusione del coronavirus.
Si collabora con le istituzioni locali per aiutare ogni comune a mettere in atto un piano di comunicazione efficace, contribuendo anche alla realizzazione e diffusione delle azioni di informazione, attraverso il finanziamento di ''sound-moto'', ossia di apposite moto su cui sono state installate della casse che girano nei paesi e nelle frazioni, e di spot-audio diffusi tramite radio, il principale canale di informazione ad Haiti.
In questo modo si raggiungono pure le popolazioni più isolate.

Gli animatori lavorano da casa utilizzando Whatsapp e Facebook come strumenti di sensibilizzazione anche per video chiamate. Inoltre, sulla scia degli obiettivi del progetto promosso da Progettomondo.mlal, che intende rinforzare il protagonismo dei cittadini nei processi di sviluppo locale, le organizzazioni della società civile sono state coinvolte attivamente e i loro membri sono a loro volta diventati agenti di comunicazione, per un effetto a cascata di maggiore impatto.

Anche nel Departiment Centre, in collaborazione coi nostri partner Caritas Haiti e APF, ci si sta organizzando con la produzione di volantini e spot audio. In questa regione un focus specifico sarà dedicato alle problematiche legate al fatto che si tratta di una zona di frontiera, in cui urge un'attenzione particolare e ancora più accurata alle fasce più vulnerabili della popolazione.

I messaggi della campagna riguardano varie tematiche, quali le misure di  prevenzione, la relazione tra diritto e dovere alla salute, l'adozione di comportamenti responsabili, tra cui  l'importanza di non stigmatizzare i malati e di non nascondere eventuali sintomi.


Dona ora
Dona ora