Premi enter per cercare or ESC to uscire

Le 10 lezioni per evitare l'abbandono scolastico

Below10, il progetto che indaga le cause della dispersione e dell’abbandono scolastico in 6 Paesi europei, snocciola i primi risultati, con una ricerca sociale sui perché del successo e dell’insuccesso tra i banchi di scuola.

Progettomondo.mlal ha condotto l’indagine a Villafranca, nella provincia di Verona, con la collaborazione dell’assessorato alle Politiche giovanili del Comune.
Gli altri partner, in Italia e in Francia, Portogallo, Croazia, Regno Unito e Romania, hanno lavorato ciascuno sul proprio territorio, e nonostante le differenze delle aree di intervento, la ricerca fa emergere 10 lezioni valide per tutti, che indicano la strada da seguire per realizzare strategie efficaci di prevenzione e contrasto al fenomeno.

Si va dalla necessità di realizzare interventi che coinvolgano tutti gli studenti, anche non a rischio, per garantire ambienti di apprendimento sicuri e “caldi”, con insegnanti che dimostrino fiducia nelle capacità dei propri allievi, a quella di dare valore all’istruzione come mezzo di sviluppo personale e sociale, per migliorare in primis se stessi.
La proposta è poi di trasformare la valutazione delle carenze di apprendimento ed evitare le ripetizioni di anni scolastici, per contenere lo sviluppo di atteggiamenti negativi verso la scuola, ma anche di conferire autonomia e responsabilità agli studenti, facendo emergere i loro punti di forza e capacità in aree disciplinari diverse.
Ridurre il gap generazionale tra studenti e docenti accrescendo le abilità degli insegnanti rispetto alle nuove tecnologie e le culture giovanili, è un altro valido suggerimento che arriva dalla ricerca, insieme a quello di focalizzarsi sulle relazioni all’interno della scuola, che, se trascurate, possono essere causa di ansia e demotivazione.
Promuovere l’innovazione partendo “dal basso”, ascoltare i giovani e creare partenariati per il successo educativo, sono infine reputati validi strumenti per combattere l’isolamento dei giovani a rischio, insieme al tentativo di facilitare il ritorno a scuola con strategie di re-inserimento per i giovani che hanno abbandonato. Per un giovane, sembra infatti più facile lasciare la scuola che esservi re-integrato.

La ricerca, pubblicata in inglese a questo link www.below10.eu/it/outputs , sarà a breve sarà disponibile anche in italiano!

Grazie al lavoro svolto da Progettomondo.mlal, dai suoi partner italiani @AFP (Azienda di Formazione Professionale di Cuneo, Dronero e Verzuolo) e @Fondazione CRC (Cassa di Risparmio di Cuneo) e dai partner europei, i croati @Srednja škola Dalj e @Udruga za rad s mladina Breza, il francese @ASSFAM (Association Service Social Familial Migrants), l’inglese @University of Northampton, il portoghese @CIES, ISCTE-IUL (Centro de Investigação e Estudos de Sociologia de Lisboa ) e il romeno @Save the Children Romania, sono state coinvolte un totale di 507 persone che hanno partecipato ai focus group e alle interviste individuali.


Dona ora
Dona ora