Premi enter per cercare or ESC to uscire

La pandemia non ferma Bell'Impresa e le cooperative scolastiche

Studenti che diventano protagonisti attivi dei loro stessi percorsi di crescita. È quanto accade nei dieci Istituti Comprensivi e nei Comuni dell’ovest veronese che hanno aderito al progetto “Bell’Impresa!”, selezionato dalla Fondazione “Con i Bambini” nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile consentendo la realizzazione di ludofficine e cooperative scolastiche, oltre che la realizzazione di contenuti digitali per l’orientamento, campus residenziali estivi, e una serie di altri eventi sul territorio.

Nonostante le restrizioni imposte dalla pandemia, le scuole primarie e secondarie della provincia scaligera che hanno aderito al progetto, si rendono protagonisti del cambiamento nelle dieci cooperative scolastiche in cui sono coinvolti e accompagnati in un percorso imprenditivo.

Il progetto, con capofila la Cooperativa Hermete, è realizzato in collaborazione con Progettomondo, Cooperativa Le Fate, Edulife, Irecoop Veneto, Università di Verona, Valpolicella Benaco Banca. Bambini e ragazzi dagli 8 ai 13 anni, nel corso di 45 mesi – come ben spiegato nel video promosso sul canale Youtube dei Bell’Impresa - vedranno le loro idee tradursi in prodotti e servizi per la comunità.

“La creazione di una cooperativa, che ha l’obiettivo di occuparsi del bene comune, promuove innanzitutto atteggiamenti di mutuo soccorso, rafforza la metodologia del cooperative learning e del mastery learning”, spiega Anita Amoia, dirigente dell’Istituto comprensivo di Garda dove il progetto è corso.

“Da anni la cooperativa Hermete promuove cooperative scolastiche con l'intento di sostenere i ragazzi nei loro percorsi di crescita e nel divenire protagonisti attivi, con l’obiettivo di migliorare l'ambiente scolastico in cui trascorrono gran parte del loro tempo”, evidenzia la responsabile del progetto Michela Cona, raccontando le linee progettuali. “Col progetto Bell'Impresa! questa possibilità si apre per la prima volta anche agli alunni delle scuole primarie. Crediamo fortemente che l'attivazione di ogni bambino sia possibile fin da piccoli, grazie all'individuazione di idee personali e alla loro realizzazione con laboratori pratico-manuali, in attività cooperative e di condivisione coi compagni”.

Le attività proseguono e gli studenti e le studentesse che partecipano stanno facendo sempre più esperienza di nuovi modi per scoprirsi attivi, protagonisti e veri attori del cambiamento!


Dona ora
Dona ora