Premi enter per cercare or ESC to uscire

Il sindaco Simango, un uomo di terreno

La morte improvvisa e inaspettata del sindaco di Beira Daviz Simango, 57 anni, provoca un vuoto profondo per quanti in Mozambico hanno partecipato al progressivo affermarsi della democrazia pluralista.
Figlio del primo Vicepresidente Uria Simango che fu protagonista nella fase di transizione pacifica post-bellica del paese, Daviz è stato fino a ieri un degno erede nello spendersi con impegno politico e sociale alla crescita del capoluogo della provincia di Sofala, sempre fiducioso in possibili cambiamenti. Anche in campo ambientale, con una pluriennale e stretta collaborazione con il CAM in particolare sulla gestione dei rifiuti solidi urbani, si è sempre speso anche personalmente nell’esperienza in corso del progetto Limpamoz, incentrato a Beira e Nampula, in cui si stanno avviando nuove sperimentazioni di innovativi modelli urbani di economia circolare, un contributo importante per tutto il Paese.
Non ricordiamo Simango come un sindaco-burocrata, ma come un uomo di terreno con cui abbiamo collaborato per sviluppare progetti utili ai cittadini di Beira.  
Con dolore e con senso di responsabilità per far progredire le sue idee, ci auguriamo che queste non muoiano mai.


Dona ora
Dona ora