Fame Zero, un impegno in agenda

Nel 2017 hanno sofferto la fame 124 milioni di persone, 11 in più dell’anno precedente. Questo è quanto riportato dalla nuova edizione del Rapporto Globale sulle crisi Alimentaripubblicato da FAO, WFP e presentato il 22 marzo a Roma. I conflitti sono stati il principale motivo di crisi alimentare per 74 milioni di persone, il 60% dei casi. A seguire, siccità e disastri climatici che hanno colpito 39 milioni di persone in 23 paesi, due terzi dei quali in Africa.

Per il 2018 la situazione sembra diventare ancora più complessa, mettendo in luce la necessità urgente di azioni che, come hanno affermato gli autori del rapporto, “sappiano al tempo stesso salvare vite, salvare i mezzi di sostentamento e affrontare alla radice le cause delle crisi”.

Mario Mancini, presidente di Progettomondo.mlal, commenta così l’impegno dell’organizzazione: «Siamo presenti in Africa e America Latina per rafforzare la resilienza delle comunità rurali, perché siano attrezzate per affrontare i cambiamenti climatici gestendo in maniera sostenibile le risorse naturali e i mezzi di vita. Dalle comunità alto andine e amazzoniche alle zone tropicali di Haiti, dalle aride zone collinari e pianeggianti del Burkina Faso alle pianure alluvionali del Mozambico, cooperiamo per rafforzare le organizzazioni contadine, le comunità rurali, le cooperative e tutte le forme associative di gestione partecipativa, con particolare attenzione al protagonismo dei giovani e delle donne».

Fame Zero è l’obiettivo oggi al cuore dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo sostenibile ed è un impegno che Progettomondo.mlal porta avanti da oltre cinquant’anni, grazie al contributo di tanti sostenitori in Italia e al partenariato con le numerose comunità locali coinvolte nei suoi progetti.
Da tempo Progettomondo.mlal si impegna in Burkina Faso nella lotta alla malnutrizione di donnne e bambini, per dare l'accesso a fonti rinnovabili e promuovere orti scolastici alle popolazioni di Haiti, o ancora per garantire mense scolastiche ai bambini lavoratori del Manthoc in Perù.

Con il tuo aiuto possiamo fare di più, per assicurare un'alimentazione equilibrata a tutti!


Dona ora
Dona ora