Premi enter per cercare or ESC to uscire

Cittadini attivi con il Social Day

Sensibilizzare le nuove generazioni sul tema della cooperazione internazionale. E abituare i giovani ad agire locale, pensando globale.
È questa la motivazione che, per il quarto anno consecutivo, ha spinto Progettomondo.mlal ad aderire al Social Day.
I corsi di formazione per i ragazzi delle scuole superiori scaligere e per quelli di Alba sono già iniziati, e proseguiranno fino a marzo.
A Verona e provincia, oltre al liceo statale Medi di Villafranca, la prima scuola che ha aderito alla sperimentazione del progetto, verranno coinvolti anche il liceo scientifico Galilei, il classico Maffei e, per la prima volta, anche l’istituto tecnico Marco Polo.
Grazie all’impegno degli organizzatori e alla collaborazione delle scuole, si è estesa in via sperimentale la possibilità di far partecipare al Social Day anche gli studenti del secondo anno, perché anche i più giovani sviluppino un pensiero critico su questioni globali che li interessano da vicino e che necessitano della partecipazione attiva di tutti.
Il principio del Social Day si basa proprio sulla partecipazione volontaria e consapevole. Al termine delle giornate di formazione ragazzi e ragazze saranno chiamati a scegliere un progetto da sostenere concretamente tra quelli proposti da Progettomondo.mlal sui temi della giustizia, della lotta alla malaria e dell’impegno contro la disoccupazione giovanile.
A questo punto i giovani si rimboccheranno le maniche per donare al progetto scelto la busta paga di un’intera giornata di lavoro, che quest’anno cadrà il 13 o il 14 aprile.
Ogni volontario troverà un lavoro, in enti pubblici o privati, che gli verrà regolarmente retribuito, come stabilito dal contratto.
Il 90% dei fondi raccolti sarà devoluto al progetto scelto, mentre il restante 10% verrà destinato a un progetto italiano per la lotta contro le mafie.  


Dona ora
Dona ora