Premi enter per cercare or ESC to uscire

Antirazzismo in 6 parole chiave

Leggerezza, rapidità, esattezza, visibilità, molteplicità e concretezza. Sono queste le sei parole chiave individuate da Progettomondo.mlal per definire cosa significhi, oggi, pedagogia antirazzista.
La nostra Ong ha provato a delineare le tappe e le sfide a cui deve far fronte tale tipo di pedagogia in una società in cui i segnali di chiusura sono sempre più allarmanti e la paura sembra farla da padrona. Messaggi chiari che si celano dietro a una complessità più che mai difficile da affrontare. Ma è un cambiamento necessario, a partire dalla scuola.

I principi da seguire, delineati da uno dei formatori, Stefano Pratesi, seguono le orme delle "Lezioni Americane" di Italo Calvino e sono stati illustrati ai dirigenti scolastici veronesi in una serie di sessioni formative che si sono svolte a settembre, in collaborazione con la rete Tante Tinte, nell’ambito dei progetti di Global Education “L’altro è come me” cofinanziato da Ufficio Nazionale contro le discriminazioni razziali – UNAR  e  Facciamo Tombola, cofinanziato dall’Agenzia Italiana Cooperazione allo Sviluppo - AICS.

Ecco, quindi, gli ingredienti indispensabili per una sana pedagogia antirazzista:

Leggerezza. Essere leggeri per generare condivisione progettuale e quindi ridurre la conflittualità.
Rapidità. Essere veloci, e non superficiali, per reagire alla velenosa velocità delle fake news.
Esattezza. Essere esatti per progettare e sapersi dare degli obiettivi chiari e misurabili, comunicare e crescere attraverso modelli condivisi e condivisibili.
Visibilità. Essere visibili perché le cose sane devo essere conosciute, mentre spesso succede il contrario.
Molteplicità. Essere molteplici per riscoprire la tradizione e accettare le mutazioni. La diversità può arricchire nel momento in cui sa dialogare con le identità. L’inneggiare alla diversità non può essere solo uno slogan vuoto e a volte fastidioso ma una concreta ricerca per migliorare il nostro mondo circostante a partire dalla propria identità (magari non stereotipata).
Concretezza. È tempo di essere concreti per la dignità umana!


Dona ora
Dona ora