Premi enter per cercare or ESC to uscire

Adam e Omar incontrano l'ambasciatrice Ue in Marocco

Le storie di Adam e Omar, entrambi migranti in Marocco, diventano motivo di incontro e scambio con l’ambasciatrice dell’Unione Europea in Marocco, Claudia Wiedey.

L’équipe di Progettomondo ha infatti avuto l’opportunità di condividere con l’ambasciatrice le esperienze dei due protagonisti di differenti programmi di integrazione e supporto ai migranti, sia di ritorno, che in arrivo da Paesi limitrofi al Marocco.

Adam, giovane della Guinea, individuato grazie al servizio di assistenza ai migranti del progetto Safe Journey, dopo aver lasciato il suo Paese di origine per poter raggiungere la moglie e la figlia in Germania, si trova oggi bloccato in Marocco e nell'impossibilità di richiedere il ricongiungimento familiare, poiché anche le parenti si trovano in una situazione di irregolarità. In quest’occasione, l’esperto in mediazione culturale ha potuto mostrare, attraverso una simulazione del servizio offerto dal progetto, le tecniche adottate in materia di comunicazione e, appunto, di mediazione.

Omar è invece un migrante di ritorno che è riuscito ad avviare un'attività commerciale di generi alimentari con il nipote, grazie al sostegno finanziario e alle procedure di accompagnamento offerti nell’ambito del progetto Ermes III, promosso da Progettomondo per facilitare i ritorni volontari assistiti. Il programma prevede un percorso destinato ad accompagnare i ritorni volontari attraverso l’orientamento e la pianificazione di un micro progetto, finalizzati al reinserimento economico.

Le due vicende, distine e dagli esiti più o meno positivi, dimostrano entrambe l'impegno della nostra Ong per agevolare una migrazione responsabile e facilitare progettualità che garantiscano a tutti una vita dignitosa.


Dona ora
Dona ora