Premi enter per cercare or ESC to uscire

A.A.A. cooperante per il Mozambico cercansi

Progettomondo.mlal è in Mozambico da quasi 20 anni con una serie di progetti di sviluppo nei settori dei diritti umani, formazione tecnico professionale, sviluppo rurale e gestione dei rifiuti solidi urbani (RSU). La figura ricercata sarà responsabile dell’avvio e del coordinamento di un nuovo progetto triennale finanziato da A.I.C.S. incentrato nella gestione dei rifiuti solidi urbani a Beira e Nampula, capoluoghi delle due province di Sofala e Nampula. L’azione prevede un’importante partnership con il Consorzio Associazioni con il Mozambico di Trento (CAM), anch’esso presente nel paese da 20 anni e nell’ultimo decennio particolarmente impegnato nel campo della gestione dei RSU. La localizzazione progettuale a Beira e Nampula, distanti circa 960 Km e dove le capacità di trattamento delle varie frazioni dei RSU da parte delle municipalità locali presentano diversi livelli di implementazione, implica l’inserimento di un secondo espatriato, con profilo più tecnico e che sarà principalmente incentrato operativamente nella città di Nampula. Il capoprogetto lavorerà in stretta collaborazione con l’esperto tecnico.

JOB DESCRIPTION
Capo progetto Nampula - Mozambico – ProgettoMondo Mlal
Posto: Capoprogetto
Contratto: contratto a progetto
Disponibilità: 1 Dicembre 2019
Durata: 12 mesi con possibilità di estensione (inclusi 6 mesi di periodo di prova)
Sede di lavoro
paese: Mozambico
luogo: Città di Beira con frequenti trasferte a Nampula e Maputo
Posizione: Fa riferimento al Project Officer in Italia
Compenso: Il compenso sarà commisurato all’esperienza della persona selezionata e alle scale salariali dell’organizzazione

DESCRIZIONE DEI COMPITI/MANSIONI:

Progettomondo.mlal cerca un capoprogetto espatriato per il coordinamento di un intervento triennale cofinanziato da A.I.C.S sul tema della gestione dei rifiuti solidi urbani nelle città di Nampula e di Beira. Tale intervento opererà in sinergia con le altre progettualità di PMM in corso sulla stessa tematica e negli stessi territori.

Gestione del progetto
È responsabile del raggiungimento di risultati e obiettivi del progetto, nel rispetto degli indicatori di impatto previsti, secondo le procedure previste dal contratto di finanziamento firmato: coordinamento, gestione, esecuzione e monitoraggio del progetto, incluse eventuali azioni di cofinanziamento, in tutte le fasi di programmazione e realizzazione secondo i piani operativi annuali approvati, e nel rispetto delle procedure interne e dei finanziatori.
È responsabile dell’adozione e dell’eventuale adeguamento, in stretta collaborazione con il Project Officer e/o coordinando risorse esterne/interne, delle seguenti procedure interne adottate dall’ONG:
Manuali di gestione amministrative e contabili;
Organigramma del personale, con descrizione delle Job Description di ogni operatore locale;
Codice di condotta;
Regolamento degli operatori locali;
Manuale di sicurezza a livello delle due province.
È responsabile della predisposizione ed applicazione, con la supervisione del Project Officer, dei seguenti strumenti necessari alla buona realizzazione del progetto:
Piani operativi periodici (POG e POA) e aggiornamenti posteriori;
Rapporti intermedi e finali, tecnici e finanziari, eventuali varianti;
Procedure di monitoraggio e comunicazione interne (report mensili e trimestrali);
Manuale di visibilità e Piano di comunicazione del progetto (materiali divulgativi, articoli, social network, schede progetto, …) in collaborazione con l’Ufficio Comunicazione della sede di Verona;
Eventuali studi e documenti, la cui redazione è prevista dal progetto, siano essi di competenza del capofila o dei partner.
Accompagna e assicura la buona gestione dell’équipe locale, collaborando nell’identificazione dei bisogni in termini di Risorse umane, partecipando alla selezione e procedendo alla formalizzazione dei contratti, coordinando i Piani di lavoro individuali, supervisionando compiti e attività realizzate dal personale ed applicando meccanismi relativi all’eventuale formazione on the job, organizzando ed animando riunioni di coordinamento dell’equipe per accrescere lo spirito di squadra.
Gestisce le relazioni con i partner tecnici ed istituzionali locali e italiane, per assicurare l’implementazione dell’azione nel rispetto degli accordi e dei piani operativi sottoscritti.
Cura le relazioni con le istituzioni internazionali in loco (UTL, UE, UNICEF, UNDP ed altri eventuali), partecipando per conto di PMM e CAM ad eventuali cluster ed incontri tematici, valorizzando le possibili sinergie del progetto con altre iniziative nell’area e/o nel Paese.
Collabora nell’identificazione di possibilità di finanziamenti in loco e nella eventuale scrittura di progetti a co-finanziamento: avvio e sviluppo contatti e negoziazioni con possibili donatori.
Collabora col Project Officer e la sede di Verona nell’identificazione delle Risorse esterne a cui affidare l’incarico di valutazione in itinere e/o finale del progetto.

Responsabilità e funzioni amministrative del progetto
Identifica gli impegni economici e finanziari necessari per la realizzazione del progetto.
Pianifica le spese e supervisiona il personale d’équipe ed amministrativo nella realizzazione delle stesse.
Collabora all’analisi delle criticità e al controllo dello stato di cofinanziamento del progetto.
Verifica e convalida le prime note mensili e periodicamente la loro corretta registrazione nel programma gestionale da parte dei collaboratori del comparto amministrativo operando un controllo di gestione.
Coordina e supervisiona le procedure di acquisto dei beni e servizi secondo le regole dei finanziatori, con particolare attenzione all’acquisto ed importazione di beni dall’estero.

Funzioni trasversali
Coadiuva il Project Officer nella raccolta dati necessari all’elaborazione di documentazione necessaria allo sviluppo strategico nel Paese (Teoria del Cambiamento, Piano strategico, nuove progettualità, buone pratiche e sistematizzazione del progetto) e ogni altro dato utile all’organizzazione.
Si coordina periodicamente col Rappresentante Paese di PMM e con il Project Officer, con eventuali altri referenti in Italia per aggiornamento, monitoraggio e condivisione di problematiche/opportunità; raccoglie e trasmette tutte le ulteriori informazioni richieste dai referenti in Italia.
Responsabile della buona tenuta di tutta la documentazione relativa alla realizzazione del progetto.

Requisiti obbligatori
Spiccate competenze/abilità relazionali, sia in riferimento ai rapporti istituzionali che a quelli interpersonali. Sensibilità e predisposizione al dialogo interculturale.
Competenze ed esperienza nel settore, in particolare ambientale e della gestione del ciclo dei rifiuti in una prospettiva di sviluppo locale.
Profilo professionale orientato al settore della cooperazione internazionale, con particolare riferimento alle funzioni gestionali dei progetti di sviluppo.
Imprescindibile l’ottima conoscenza della lingua portoghese.
Comprovata esperienza nella realizzazione di analisi di fattibilità per l’elaborazione di nuove proposte progettuali e scrittura di nuovi progetti da presentare a donatori istituzionali e privati (MAE, UE, Nazioni Unite). La capacità progettuale e l’abilità nel gestire i rapporti istituzionali saranno oggetto di attenta valutazione in sede di selezione così come l’analisi delle pregresse esperienze lavorative.

Criteri di selezione
Laurea o titolo equivalente in scienze ambientali, ingegneria ambientale.
Esperienze professionali pregresse in funzioni gestionali, con ruolo di coordinamento di progetti co-finanziati dalla UE, MAE/AICS, Agenzie delle Nazioni Unite e altri donors internazionali (6 anni dimostrabili).
Esperienza lavorativa pregressa in paesi lusofoni (4 anni dimostrabili).
Eccellente conoscenza delle politiche e delle pratiche relative ad interventi di gestione del ciclo dei rifiuti.
Conoscenza ed esperienza pregressa nell’uso degli strumenti e metodologie partecipative.
Conoscenza degli strumenti gestionali di pianificazione e monitoraggio dei progetti di cooperazione internazionale (elaborazione di un POG, POA, report di monitoraggio intermedi e finale).
Conoscenza degli strumenti per l’amministrazione e contabilità (programmi gestionali) dei progetti di cooperazione, con particolare riferimento alle procedure di rendicontazione di progetti UE.
Disponibilità a fare trasferte in altre città del Paese.
Conoscenza linguistica: portoghese e italiano (livello C1/C2).
Capacità di analizzare le esigenze e le priorità di intervento e di redigere nuove proposte progettuali.
Buone capacità organizzative e capacità di gestione delle proprie tempistiche e responsabilità.
Elevata capacità di fare rete nel trattare con gli stakeholders e in particolare con le autorità locali, le istituzioni e i donatori ad un alto livello di performance per promuovere lo sviluppo e la messa in pratica di programmi di sviluppo.
Capacità di lavorare in gruppo in un contesto multiculturale, capacità di negoziazione e diplomatiche; flessibilità in termini culturali ed organizzativi.
Capacità di lavorare sotto pressione e di gestire programmi e rispettare i termini delle scadenze.
Buona conoscenza del pacchetto Microsoft Office.

Inviare CV (in Italiano) e lettera di motivazione in portoghese (requisito necessario) corredata da due contatti cui rivolgersi per referenze all’indirizzo e-mail selezione@mlal.org entro e non oltre il 10 Novembre 2019. Solamente i candidati preselezionati saranno contattati.


Dona ora
Dona ora