Area riservata    freccia
 

PARTECIPA
 

 

Annullare il debito


Oltre 20 mila famiglie di coltivatori di caffè in Perù rischiano di perdere casa e terreni a causa dei debiti con Agrobanco, Banco Statale di Impulso all’Agricoltura.
Lo rende noto Pedro Pariona, rappresentante della regione centrale della Junta Nacional del Caffè e referente del Progetto Caffè Corretto promosso nel Paese andino da ProgettoMondo Mlal. L'appello va al Governo, l'unico che possa salvare la situazione.
Da anni la cosiddetta “Roya Amarilla” sta devastando le piantagioni di caffè del Perù e dell’America Latina riducendo la produttività fino all'80%. I piccoli produttori di caffè in assenza di politiche di appoggio da parte dello Stato, si sono indebitati con Agrobanco, che ha erogato prestiti per un totale di circa 60 milioni di euro. Saldare il debito è impossibile a causa delle perdite subite e degli alti tassi di interesse richiesti, circa il 20% annuo.
Pedro, portavoce di migliaia di produttori di caffè, lancia un appello allo Stato perché intervenga a sostegno dell’agricoltura peruviana, con un’attenzione speciale al settore delle cooperative. La richiesta è che il Governo compri loro i debiti e li riprogrammi con il condono degli interessi, come già fatto per le imprese medie e grandi.

#progettomondomlal #svilupposostenibile



21/09/2017


Le ultime news
Nampula piange
Caschi Bianco al via
Annullare il debito
Premio Volontariato Focsiv
Viaggio studio in Marocco
Haiti, in classe dopo l'uragano
A scuola di uguaglianza
In Marocco contro il sessismo
Attacco a Ouagadougou
ProgettoMondo Mlal - tel. 045.8102105 fax 045.8103181 - viale Palladio 16 37138 Verona - info@mlal.org - C.F. 80154990586 - Cookie Policy
All rights reserved - Tutti i diritti sono riservati.  Donato da e-side web agency