Area riservata    freccia
 

PARTECIPA
 

 

Ius Soli Subito


"Diritto umano fondamentale: non essere straniero a casa propria. Ius Soli subito", commenta il presidente di ProgettoMondo Mlal, Mario Mancini.

Ihlam Mounssif, la studentessa modello premiata a Montecitorio che, paradossalmentem non ha potuto assistere alla seduta della Camera perché ha il passaporto del Marocco, è uno dei 14 Caschi Bianchi che, dal 10 ottobre, ha iniziato un anno di servizio civile con l'Ong veronese.

Ilham è nata a Marrakech da genitori marocchini 22 anni fa, ma è in tutto e per tutto italiana (nonostante ancora formalmente non lo sia), anzi sarda, dato che è cresciuta a Bari Sardo, un piccolo paese della costa centro orientale della Sardegna, in provincia d’Ogliastra. 
È stata selezionata per svolgere un anno di servizio civile all’estero in un progetto di Cooperazione Internazionale allo Sviluppo promosso da ProgettoMondo Mlal a Beni Mellal, città centrale del Paese africano, da cui proviene la maggioranza degli immigrati marocchini in Italia.
Voglio contribuire alla miglior comprensione delle esigenze della popolazione locale, forte anche del ponte naturale che costituirebbero la prossimità culturale e linguistica che per natura ho. Spero che la mia voglia di rendere il mondo migliore possa influenzare iniziative e collaborazioni con il mio Paese di nascita”, ha dichiarato convinta partendo con ProgettoMondo Mlal.
Ma gli sforzi, a quanto pare, devono partire prima di tutto da qui, dall'Italia in cui Ihlam è nata e che, se da un lato riconosce la sua bravura attribuendole un premio come una tra i migliori neolaureati in grado di rappresentarci alle simulazioni dell'Assemblea delle Nazioni unite del Rome Mun 2017, dall'altro la considera extracomunitaria per una delle commesse della Camera dei Deputati trasformando così un momento di soddisfazione e gioia in un controsenso che reclama appunto “lo Ius soli subito”.

Ihlam è impegnata in Marocco in un contesto particolare e denso di problematiche, in cui sii trova a rapportarsi con la società civile marocchina e le sue istituzioni rispetto a temi quali la promozione dei diritti umani e l’impegno educativo e di sensibilizzazione all’uguaglianza di genere e alla lotta e prevenzione al radicalismo, fenomeno quest’ultimo quanto mai rilevante nelle odierne fasce più giovani.
Per potersi inserire nel progetto, con forte determinazione la giovane ha superato numerosi step, concludendo gli studi di Laurea in Scienza della Politica e delle Relazioni Internazionali all’Università degli Studi di Sassari e arricchendo il suo bagaglio culturale e preparazione con un periodo di studi all’Institut d’Études Politiques (Science Po) di Grenoble in Francia e uno stage nell'ambito dell'Europrogettazione a Malta, settore ulteriormente approfondito con un corso formativo specifico a Bruxelles. Titoli e riconoscimenti che oggi la rendono competente e capace di lavorare anche in contesti difficili e paesi esteri.



19/03/2017


Le ultime news
In ricordo di Enzo
Il Bello aiuta il Buono
Incendio a Lima
Servizio Civile, aperti i bandi
Abbiamo Riso per una cosa seria
Italiani senza cittadinanza, l'incontro alla Farnesina
Un orto per Nakar
Il rock dietro le sbarre
ProgettoMondo Mlal - tel. 045.8102105 fax 045.8103181 - viale Palladio 16 37138 Verona - info@mlal.org - C.F. 80154990586 - Cookie Policy
All rights reserved - Tutti i diritti sono riservati.  Donato da e-side web agency